Archivio

Archivio Gennaio 2005

36

31 Gennaio 2005 1 commento


Ecco cosa succede quando i francesi vogliono fare gli americani: vengono fuori ‘ste robe qua (penose).

Categorie:Cinema Tag:

eclisse

28 Gennaio 2005 Nessun commento


Chi, come me, di Antonioni aveva visto solo gli ultimi (non esaltanti) film, vedendo “L’eclisse” (1962) può cominciare a capire la grandezza di questo regista. La storia è incentrata su una donna (Monica Vitti) che termina una storia d’amore e cerca di incominciarne un’altra (con Alain Delon) con tutti i dubbi del caso. Il film finisce in una inquietante maniera quasi metafisica ? anzi iperrealistica (credo che Lynch conosca Antonioni).

qohelet

25 Gennaio 2005 3 commenti


Il mitico monsignore dell’Ambrosiana si cimenta nell’esegesi del testo di gran lunga più interessante di tutta la Bibbia. Oltre a commentarlo da par suo, il Ravasi cita molti dei libri dedicati allo stesso argomento, alcuni dei quali ridicolizza in quanto secondo lui (e anche secondo me, un filo più modestamente) ne smorzano il significato tragico che, al contrario, lo fa spiccare così tanto all’interno della glorificazione di Dio presente in tutta la Bibbia. Purtroppo ne ho letto solo la metà, perché preso in prestito in biblioteca, ma me lo procurerò appena lo trovo.

birth

20 Gennaio 2005 1 commento


Noiosissimo film finto-parapsicologico. Da vedere, al limite, solo perché c’è la Kidman (ma non hanno niente di meglio da proporle?).

Categorie:Cinema Tag:

mckean

19 Gennaio 2005 Nessun commento


In mostra in via Procaccini a Milano ci sono un po’ di lavori di Dave McKean, artista di provenienza fumettara ma che poi ha preso il volo verso la fotografia, la pittura, il video, la musica, e la fusione insieme di tutte queste discipline. Ha girato dei cortometraggi interessantissimi, visibili in mostra su 2 televisori.
Riferimenti: un po’ di cose da vedere

Categorie:arte, fumetti Tag:

fond kiss

18 Gennaio 2005 1 commento


Ken Loach continua ad indagare i problemi dei ceti medio-bassi. In questo caso si parla di una storia d’amore fra un immigrato pakistano e una irlandese e dei problemi che incontrano a causa delle tradizioni familiari e sociali. Bel film, anche se abbastanza scontato per noi italioti: non fa che portare in un altro contesto una situazione che qui avevamo e abbiamo ben presente. Non so perché, però, ogni tanto i dialoghi dei film di Loach mi fanno innervosire: sembrano fuori sincrono.

une affaire de femmes

13 Gennaio 2005 1 commento


La vita in Francia verso la fine della 2ª guerra mondiale è difficile: è così che una giovane donna (Isabelle Huppert) che, con un marito disoccupato che non ama e due figli da mantenere, è costretta a procurarsi del denaro nell’unica maniera disponibile: quella illegale. La donna viene travolta dalle conseguenze delle sue scelte. Chabrol, in questo film tratto da un romanzo ispirato a una storia vera, insieme alla stupenda recitazione della Huppert, costruisce un tragico capolavoro.

moroni

12 Gennaio 2005 Nessun commento


Giovanni Battista Moroni, pittore del Cinquecento della bergamasca. Questa mostra, aperta a Bergamo fino ad aprile, espone le opere dei suoi ultimi vent’anni (muore nel 1579, mi pare). Alcune pale d’altare, debitrici da un lato alle direttive del concilio di trento e dal lato compositivo al suo maestro (Moretto) + molti ritratti, per i quali mostra una più spiccata attitudine. Peccato non sia stato possibile avere anche opere del primo periodo, per valutare meglio l’evoluzione artistica. Complessivamente una bella mostra, dislocata in varie sedi. Delle opere esposte la più bella è, secondo me, “il cavaliere in rosa” (forse la sua più bella in assoluto).
Riferimenti: sedi mostra

Categorie:arte Tag:

sonatine

11 Gennaio 2005 Nessun commento


Anche se dell’intreccio di clan yakuza (mafiosi giapponesi) non ci ho capito molto, il film è comunque interessante (e bello) perché mescola bene il tragico con il comico e il poetico. Mi sembra abbia vinto qualche premio a Venezia, forse addirittura il leone. Ricorda molto le storie a fumetti di Ikegami di qualche anno fa, ma dalla sua parte ha l’ironia, che in quelle era inesistente. Il successivo “L’estate di Kikujiro” era invece poesia pura. In effetti i film di kitano che ho visto (Dolls + Zatoichi) non sono mai uguali uno all’altro.

Categorie:Cinema Tag: ,

progetto dakota

10 Gennaio 2005 Nessun commento


L’ultimo numero di Nick Raider, finalmente: un inutile fumetto di genere poliziesco, che purtroppo fra qualche mese continuerà presso un altro editore. Anche l’ultima storia non fa rimpiangere la chiusura (N.R. si sposa!).

Categorie:fumetti Tag:

concorrenza sleale

10 Gennaio 2005 1 commento


Non è peggiore di tante altre la storia di questo mese di d.d. (n. 220), opera dell’accoppiata ruju-casertano. Perlomeno si basa su un’idea diversa dal solito, che però le sole 96 pagine di cui è composta contribuiscono a scarnificare, al limite del ridicolo.
Riferimenti: dettagli

Categorie:fumetti Tag:

pillole blu

4 Gennaio 2005 Nessun commento


Bella storia intimistica a fumetti, nella quale f. peeters (svizzero 30enne, altri libri all’attivo che non ho letto) racconta del suo rapporto di convivenza con una ragazza sieropositiva, e di come riescono a superare i problemi derivanti. Probabilmente è tutto vero: se non lo è, l’autore è bravissimo a farlo sembrare tale. Peccato che i disegni siano poco curati (o, se si vuole essere buoni, “espressionisti”), ma non si può pretendere tutto.
Kappa edizioni, 15 ?, pagine non numerate (ma si può?!).

codice da vinci

3 Gennaio 2005 5 commenti


Finalmente ho finito di leggere ‘sto mattone: 4 mesi e mezzo ci ho messo. È simpatico, ma alla fine non se ne può più di tutti questi rimandi esoterici: quando è troppo è troppo! E poi, spesso e volentieri sono di una banalità incredibile: alcune cose sono evidenti al lettore medio, e invece sfuggono ai due super-esperti protagonisti, figuriamoci! Probabilmente non meritava tutto il successo che ha avuto (o forse sì?).