Archivio

Archivio Ottobre 2005

bucci

26 Ottobre 2005 Nessun commento


Anselmo Bucci nasce a Fossombrone sul finire dell’800. Vive tra Parigi e l’Italia e infine si trasferisce a Monza, il che consente a questa ridente cittadina di prendere al balzo l’occasione per ospitare la più grande raccolta di dipinti e incisioni a lui dedicata. Le sue opere non brillano per una spiccata personalità: i soggetti figurativi – caratterizzati da una non grande originalità – stilisticamente si avvicinano ora ad una, ora all’altra delle avanguardie del primo novecento. Qua e là comunque si vedono delle opere di qualità, specialmente fra le incisioni. Fa parte anche del movimento denominato, appunto, Novecento (del quale fecero parte anche Wildt, Funi, Sironi, ecc.). Insomma, forse era il più sfigato del gruppo.

Categorie:arte Tag:

buona notte (e sogni d’oro)

25 Ottobre 2005 1 commento


Madonna, che palla mostruosa questo film! D’accordo, il tema è interessante e meritevole di venire affrontato, ma lo svolgimento è il peggiore possibile: un’ora e mezza di dialoghi in una claustrofobica redazione televisiva tra un gruppo di giornalisti (Ed Murrow e soci) che resistono alla caccia alle streghe proclamata dal senatore McCarthy negli anni Cinquanta nei confronti del Comunismo negli USA. L’unico pregio che ci ho visto è stato quello di mostrare riprese televisive dell’epoca nelle quali si può ammirare il famigerato McCarthy e alcune scene processuali di persone “accusate” di essere comuniste.

caché

24 Ottobre 2005 Nessun commento


Thriller ad alta componente psicologica, molto interessante dal punto di vista della regia e sceneggiatura (la prima, infatti, è stata premiata all’ultimo festival di Cannes), valido esempio di come un film di questo genere girato da un regista europeo (Haneke dovrebbe essere austriaco, anche se gli attori sono francesi) risulti tutt’altra cosa rispetto al classico film americano di questo genere. Infatti la storia è trattenuta laddove un film USA avrebbe calcato la mano (per es. scene di sesso, o di violenza) e per questo motivo i due unici elementi di violenza colpiscono molto di più l’attenzione (la scena del pollo e dell’amico algerino). L’understatement generale fa sì che la scena chiave dell’inquadratura finale, addirittura, rischi di non essere colta dallo spettatore più che attento.

tigre + neve

20 Ottobre 2005 Nessun commento


Finalmente Benigni torna a far ridere. A parte un po’ di melensaggini di troppo, tutto sommato non è male. Tre scene sono formidabili: quella del canguro, la lezione in classe e la battuta sulle armi di distruzione di massa.
Regia di Benigni, sceneggiato da Benigni e Cerami, musiche di Piovani + cameo di Tow Waits, con Benigni, Braschi, Reno.

La Cdl approva la nuova legge elettorale

14 Ottobre 2005 2 commenti


Questa notizia mi fa venire i brividi, altro che virus dell’influenza aviaria: l’indifferenza infatti si diffonde molto più facilmente.

Categorie:Politica Tag:

homunculus 2

11 Ottobre 2005 Nessun commento


Il tipo con la testa trapanata continua ad avere strane visioni. Non so se arrivo al terzo.

colorado belle

10 Ottobre 2005 Nessun commento


Tex 538-539, ago.-set. ’05.
Testi Boselli + disegni Font = risultato: Bah!

Categorie:fumetti Tag:

la peste

5 Ottobre 2005 Nessun commento


Storia di ordinaria amministrazione, con poche infamie e senza lodi (Barbato + Roi).

Categorie:fumetti Tag: