Archivio

Archivio Febbraio 2006

address unknown

27 Febbraio 2006 Nessun commento


Finalmente, dopo avere iniziato a leggere dozzine di libri, dopo tanto tempo riesco a leggerne uno per intero (bella forza, sono appena 70 paginette scarse scritte belle larghe!).
Questo librettino – troppo breve per poter acquisire rilevanza artistica – è comunque particolarmente interessante perché è un raccontino in forma epistolare pubblicato per la prima volta nel 1938 in una rivista statunitense e parla del rapporto tra due amici – uno dei quali è ebreo – e di come esso cambia dopo il trasferimento di uno dei due nella Germania nazista.
Qualche anno fa mi pare sia stato tratto da questo racconto un testo teatrale, ma mi chiedo come sia stato adattato vista la brevità del testo originario.

lindbergh

24 Febbraio 2006 1 commento


Belle foto, belle modelle, quello che manca è un po’ di creatività per non ridurre la fotografia a pura illustrazione.
A Milano, Spazio Forma fino a metà marzo.

Categorie:arte, Fotografia Tag:

fiori sprecati

17 Febbraio 2006 1 commento


Nel suo film apparentemente squinternato come al solito, Jarmush sfrutta forse un po’ esageratamente l’espressività-inespressiva di Murray – sfiorando la noia – ma riesce comunque a realizzare un film interessante e divertente. Una delle cifre stilistiche di Jarmush che mi piace è la scena in automobile con soggettiva del guidatore con musica di sottofondo (ce n’erano in abbondanza anche in “Ghost Dog”, il film di J. che mi piace di più, tra quelli che ho visto).
Con Sharon Stone e Jessica Lange.

il libertino

13 Febbraio 2006 1 commento


Arriva anche da noi questo interessante ma pesantissimo film del 2004 che parla della vita di uno scatenato poeta-scrittore-commediografo inglese della metà del ’600, tale John Wilmott conte di Rochester (p.s.: non finisco mai di stupirmi di quanti personaggi notevoli siano esistiti e che non avevo mai sentito nominare prima o ai quali non prestavo attenzione).
Interpretato da J. Depp
Musiche di Michael Nyman

Categorie:Cinema Tag: ,

tartine

6 Febbraio 2006 Nessun commento


Gironzolando per negozi di dischi può capitare di incappare in questo bel cd della Hyperion (appena 5,50 euro, perché venduto col catalogo della casa discografica) che contiene cinque concerti per violino di Tartini Giuseppe (1692-1770), perlopiù tratti dall’op. 1, collocabili a metà strada tra la perfezione circolare delle sonate da camera di Corelli e l’estro inventivo di quelle di Vivaldi.
Incisione inglese del 2002, violinista Elizabeth Wallfisch + ensemble Vattelappesca.

Categorie:Classica, Musica Tag:

senza arte né Pärt

2 Febbraio 2006 1 commento


Chi pensa che la musica contemporanea faccia cagare si ascolti questa figata. Stupenda è la seconda parte del brano che intitola l’album, che probabilmente è anche un brano a sé: l’ho infatti ascoltata da altra parte come “Silentium”.
ECM, 1984. Musicisti ospiti (tra gli altri): Keith Jarret, Alfred Schnittke.

Categorie:Contemporanea, Musica Tag: