Home > fumetti > tex 645

tex 645

Prima puntata di una storia scritta da Ruju, infatti si preannuncia poca cosa. Un cattivone indiano Comanche viene salvato provvidenzialmente dall’impiccagione militare grazie all’aiuto di spie della guarnigione di Fort Worth, spie che — lungi dall’essere dei buoni samaritani — lavorano per conto di loschi affaristi intenti a seminare disordini nella riserva indiana locale in modo da giustificare un intervento repressivo federale che liberi quei territori dalla presenza fastidiosa dei nativi, che impediscono il progredire del peggior capitalismo. Anche se non c’è da aspettarsi granché dalle puntate future, questa storia è tuttavia interessante per il nesso abbastanza naturale che si può stabilire tra la situazione degli indiani americani in cattività e quella dei Palestinesi, ostaggi odierni nello Stato di Israele. L’autore, per bocca di Tex, avanza la tesi della inversa proporzionalità tra il tasso di ribellione degli indiani e i territori che sono riusciti a conservare ma, se da un lato è vero che ogni volta che le trattative di pace sembrano portare a qualche accordo si verifica puntualmente qualche recrudescenza che ne determina il fallimento, dall’altro — almeno nella fattispecie a noi contemporanea — è invece dato il contrario, ovvero che la colonizzazione israeliana prosegue la sua invasione soprattutto nei periodi di tranquillità. (per cui Tex viene fatto passare nu poco per reazionario, se vogliamo)

Categorie:fumetti Tag:
  1. Nessun commento ancora...
Codice di sicurezza: