Archivio

Archivio Agosto 2014

the graduates

30 Agosto 2014 Nessun commento

Opera prima del Pieraccioni, nonché l’unica venuta decentemente, prima che il Nostro partisse con la sequela di storie fatte con lo stampino che costituiscono la sua filmografia. “I laureati” è un film corale, dove la rilevanza dei comprimari è molto ben equilibrata, e la solita storia insipida con la fotomodella di turno è ridotta allo spazio che merita, e non costituisce la parte piú importante, ma è anzi subordinata alla questione generazionale che affligge il quartetto di protagonisti, trentenni tardoni che, bene o male, traggono alla fine le conclusioni che s’è fatta l’ora di abbandonare i sogni di gioventú e di passare all’età adulta. Grande prova recitativa di Alessandro Haber, messo ad incarnare il futuro che aspetta chi non mette la testa a posto.

1995, regia di Leonardo Pieraccioni, sceneggiatura di Pieraccioni e Giovanni Veronesi, musica degli Audiodue, con Pieraccioni, Ceccherini, Papaleo, Gianmarco Tognazzi, Mariagrazia Cucinotta, Alessandro Haber, Tosca d’Aquino, e altri.

Categorie:Cinema Tag:

town protraits

26 Agosto 2014 13 commenti

COMO – Villa Olmo: “Ritratti di città”. Una mostra dal tema un po’ banale ma che, in mancanza di meglio da fare, si può anche visitare. La scusa è quella di rappresentare la città secondo la visione degli artisti, tutti rigorosamente itagliani, nel corso del tempo. Quindi il discorso è circoscritto a nostri compatrioti e il limite temporale prevalente è quello del secolo scorso (tranne un’ultima sezione, la piú interessante, dedicata a giovani autori contemporanei). Con tali premesse, non possiamo aspettarci niente di inatteso: si comincia con la visione della città futurista (illustrata da Boccioni, Depero), per passare a quella metafisica di De Chirico e Sironi, poi il ritorno all’ordine di Rosai, Guttuso, etc., la pazzoide sperimentazione degli anni Sessanta-Settanta (Schifano, etc.), per arrivare alla parte piú interessante, come si è detto, dedicata ad autori attualmente in attività, e quindi la visita si fa meno barbosa.

Daniele Cestari, senza titolo, olio su tela, courtesy Barbara Frigerio Gallery

Categorie:arte Tag: ,