Archivio

Post Taggati ‘Checco Zalone’

quo vadis

7 Gennaio 2016 Nessun commento

Record italiano d’incassi della prima giornata di proiezione (grazie ad un formidabile battage pubblicitario e ad una invasione delle sale cinematografiche) il quarto film di Checco Zalone si rivela una tavanata galattica, ovvero la terza fotocopia sempre piú sbiadita del suo film d’esordio. Malgrado diverse scene tirate via alla grande, e alla pretestuosa satira socio-politica che lascia il tempo che trova, riesce però ancora a far ridere. Ma per quanto?

p.s.: menzione d’onore per Sonia Bergamasco, ovviamente.

2015, regia di Gennaro Nunziante, scritto da Nunziante e Checco Zalone, con Checco Zalone, Emanuela Giovanardi, Sonia Bergamasco, Lino Banfi, Maurizio Micheli, e altri.

Categorie:Cinema Tag:

che bella jurnata

28 Agosto 2011 2 commenti

che_bella_giornata-19419146

L’idea di base della storia è simpatica — e coraggiosa, da un certo punto di vista — si ride di gusto abbastanza spesso, ma è sostanzialmente un film fatto coi piedi. L’attrice araba è troppo inesperta, e non sa come riempire i troppi spazi vuoti che la sceneggiatura le lascia. In un paio di situazioni i tempi comici sono assurdamente sbagliati (la scena della nonna che dorme sarebbe bell’e finita dopo un paio di accendi-spegni della lampada, e invece si protrae incredibilmente). Troppo sopra le righe l’interpretazione di Papaleo. Etc. etc.

2011, regia di Gennaro Nunziante, scritto da Nunziante e Zalone, musiche di Checco Zalone, con Luca Medici, Nabiha Akkari, Ivano Marescotti, Rocco Papaleo, Tullio Solenghi, Caparezza, etc.

cado dalle nubi

30 Dicembre 2009 Nessun commento

Come ci si poteva aspettare, il film è un po’ un collage di gag. Alcune fanno morire dal ridere, altre, anche per la scarsa dimestichezza coi tempi del cinema, sono un po’ deludenti. Tutto sommato non è male, anche perché c’è una sorta di storia alla Pieraccioni che fa da canovaccio per tenere insieme le due ore. A tratti irresistibile, risente della fretta dovuta al confezionare per tempo un film che uscisse sotto Natale e che sfruttasse il momento buono del cabarettista.