Archivio

Post Taggati ‘Ludwig van Beethoven’

zio Ludovico

9 Giugno 2017 46 commenti

Nel milleottocento e qualcosa, un ufficiale napoleonico musicofilo di stanza a Vienna decide di andare a recar visita a zio Ludwig, uno dei suoi compositori prediletti. Alcune decine d’anni piú tardi, bontà sua, deciderà di lasciarne traccia scritta tra le sue carte, e ripercorrerà con la memoria il suo primo incontro e la successiva occasionale frequentazione con un Beethoven già famoso e ancora abbastanza giovane (ma colpito dalla sua celebre sordità allora incipiente, che contribuiva a rendere ancora piú problematici i suoi rapporti con il mondo esterno). Quello che leggiamo nella versione presentata dalla Scuola di Pitagora è un fresco abbozzo ritrattistico letterario che, anche grazie alle ottime note del redattore, ci precipita per un attimo in prima persona in uno scorcio temporale viennese del primo Ottocento, direttamente nel tinello di casa di uno dei suoi maggior protagonisti.

La Scuola di Pitagora editore, 48 paginette, 3,50 euri

musicante

13 Marzo 2006 Nessun commento


Con qualche salto mortale (il film è in programma in una o due sale in tutta la provincia di Milano!) sono riuscito a vedere il film di Battiato, che è in sostanza un approccio pseudo-paragnostico agli ultimi giorni di Beethoven. Il film non è esaltante ma non è neanche male, e non capisco i fischi ricevuti a Venezia.
Paragnostico è lo stratagemma usato dal regista nel far iniziare il film ambientandolo ai giorni nostri e poi con una sorta di transfert da parte di una dei protagonisti collegarsi all’epoca di Beethoven. Dico “pseudo” perché credo gli sia servito quasi solo per evitare di dare un approccio esclusivamente storico al film, e di conseguenza renderlo uguale a tanti altri, ed inoltre per inserire una serie di amici suoi (Camisasca, Rezza, etc.) che facendo un film realistico sarebbe stato difficile presentare. L’effetto globale a me sembra simpatico.

p.s.: oltretutto si può vedere il grande Paolo Terni (conduttore di radiotre) beccarsi un cazziatone nientemento che da LvB!
Riferimenti: eccolo qui