Archivio

Post Taggati ‘Simbolismo’

simbolismo

2 Marzo 2016 Nessun commento

MILANO – Palazzo Reale: “Il Simbolismo”. Simpatica mostra sul Simbolismo, corrente figurativa continuativamente legata alla temperie del Romanticismo e all’allegorismo neoclassico, che sottotraccia permanettero (?) anche dopo l’avvento dell’Impressionismo, componenti alle quali si aggiunse l’input letterario (di Baudelaire in primis) che in miscela esplosiva fecero detonare l’inconscio, per superare la vuotaggine estetizzante della corrente di Monet & soci. Celebre in Italia per la sua declinazione divisionistica (Segantini, Previati, etc.), anticipò la piscanalisi froidiana.

Arnold Böcklin – “L’isola dei morti” (1880)

Categorie:arte Tag:

Belgrado in riva al lago

2 Maggio 2007 4 commenti


A causa dei lavori di ristrutturazione ai quali è attualmente sottoposto, il Museo Nazionale di Belgrado ha pensato bene di spedire a destra e a manca le sue collezioni. Nel nostro caso, Villa Olmo di Como ne ospita una parte dedicata all’arte europea che copre un excursus temporale che va più o meno da metà Ottocento a metà Novecento. Si inizia con esponenti dell’Impressionismo (Pissarro, Corot, Monet, Renoir, i maggiori), perlopiù presenti con disegni e bozzetti, ma non mancano anche opere di dimensioni maggiori, tipo un quadro di Monet della serie “Cattedrale di Rouen”. Si passa poi, con un brusco ma significativo salto, ai rappresentanti del Simbolismo, e l’impatto con i disegni inquietanti di Odilon Redon (evidenti precursori del Magritte surrealista) è una delle poche emozioni che mi siano capitate ultimamente visitando qualche mostra. Non dico che siano eclatanti, si tratta solamente di disegni, ma quello che colpisce è la volontà di abbandonare le ricerche riguardanti la percezione visiva della realtà per dedicarsi all’indagine dell’immaginazione e dell’inconscio, che trova un corrispettivo nella nascente disciplina psico-analitica di fine secolo. La terza sezione di questa mostra è infine dedicata alle cosiddette Avanguardie (Gauguin, Picasso, Mondrian, un Kandinsky pre-astrattismo, etc.).
Il tutto vale la pena di un pomeriggio speso fuori porta.
Riferimenti: sito

Categorie:arte Tag: ,